Percorsi psicologici, educativi e di orientamento per adolescenti

Sono molti i ragazzi e le ragazze che si trovano a sperimentare un disagio legato al percorso di crescita. In questa delicata fase della vita è necessario gestire importanti cambiamenti del corpo, emotivi, relazionali e sociali, ovvero processi di scoperta e costruzione dell’identità. Le sfide che l’adolescente deve fronteggiare rendono questo periodo particolarmente complesso, per lui e per l’intero sistema familiare.

All’interno di queste situazioni travolgenti è frequente che un adolescente si possa sentire confuso e disorientato. Questa condizione può anche sfociare in condotte disfunzionali come la sfida delle regole, l’uso di sostanze, il disinvestimento scolastico, l’autolesionismo. Oppure, il malessere può provocare crisi d’ansia, attacchi di panico, depressione, disturbi del comportamento alimentare, chiusura e isolamento.
Spesso sono fenomeni transitori ma, in alcuni casi, possono cronicizzarsi e strutturarsi in vere e proprie patologie. Montevideo19 ritiene quindi fondamentale offrire agli adolescenti spazi di ascolto adeguati con professionisti competenti.

Desideri maggiori informazioni?

Contattaci. Fisseremo il primo colloquio entro 24 ore.

Affrontare il cambiamento

Il capolavoro di Herman Hesse, Siddhartha, ispira una metafora molto efficace dell’adolescenza: “la traversata di un grande fiume impetuoso”.
In un caso c’è un passeggero esperto di navigazione che attraversa il fiume in un giorno di quiete, guidato da un saggio barcaiolo che collabora con lui, ne apprezza le qualità e gli fa scoprire, attraverso quanto accade nel tragitto, aspetti significativi della vita.
Nel caso opposto c’è un passeggero inesperto, che deve imbarcarsi in un giorno di tempesta su un battello guidato da un barcaiolo ubriaco, disorientato. L’impegno profuso dal passeggero, anche se notevole, non sempre può contribuire a portare a buon fine la traversata.
Fra i due estremi, poi, ci sono innumerevoli tipi di “passaggi” che toccano la maggior parte dei viaggiatori: alcuni molto difficili, altri impegnativi ma sicuri, altri facili seppur faticosi.

Qual è il messaggio di questa metafora?

  • in tutte le adolescenze il “protagonista-passeggero” deve affrontare una gran mole di problemi.
  • nel corso dell’adolescenza il “protagonista-passeggero” non è mai del tutto solo: è sempre in compagnia di altre persone (genitori, insegnanti, coetanei) che possono offrire una guida sicura e comprensiva 
oppure fare richieste talmente incomprensibili, da svalorizzare il senso del suo impegno.